Italiano
Gamereactor
testi gadget

Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari

Un "in-ear hater" recensisce quelli che potrebbero benissimo essere dei veri e propri "AirPod-killer".

HQ

Devo ammettere che non sono mai stato un amante degli auricolari in-ear. O li ho sempre lasciati perdere - ho sempre avuto la sensazione che producessero un suono inferiore - o li ho sempre ritenuti brutti o non molto resistenti nel lungo periodo - non solo perché li ho fatti cadere molto, ma anche quando si tratta di avere a che fare con sudore e acqua. Fino a poco tempo fa preferivo molto di più i dispositivi con i fili, e anche se la tecnologia wireless è migliorata moltissimo, non mi sono davvero immaginato di optare per auricolari superleggeri dopo essere passato all'over-ear WH-1000XM3 di Sony e ho messo alla prova la loro incredibile tecnologia che cancella i rumori.

Tuttavia, capisco che il tipo in-ear è molto più conveniente per diversi usi specifici, tra cui sessioni di ascolto non pianificate quotidiane in movimento, chiamate casuali in vivavoce o persino per quando si fa sport, purché si adattino perfettamente alle orecchie. Per circa un anno ho usato il JBL Reflect Flow come compagno della mia attività fisica e alcune volte per lunghe passeggiate quando fa troppo caldo per le Sony (vivo nella zona più calda della Spagna), poiché sono seriamente impermeabili a sudore e acqua, a cui aggiunfici quel piccolo "gancio" aggiuntivo nell'orecchio per evitare cadute accidentali. Ma in fin dei conti, hanno un suono piatto.

Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolariCambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolariCambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
È interessante notare che il contatto di ricarica si trova dietro la griglia degli altoparlanti degli auricolari.

Ma insomma, perché vi ho tediato con tutti questi aneddoti? Perché fondamentalmente potrei aver trovato quello che pensavo fosse impossibile: degli auricolari in-ear che sono un ottimo mix tra comfort, sicurezza e aspetto (per non parlare del prezzo!). Sto parlando delle Melomania 1+ di Cambridge Audio, uscito in primavera ma diventate più ampiamente disponibile (e più economiche!) durante l'estate.

Confezione e presentazione fantasiose a parte -che al giorno d'oggi sono un dato di fatto per molti produttori indipendentemente dal loro prestigio - ciò che mi ha davvero colpito è stata l'impressione iniziale sul suono: è stato amore al primo ascolto. Si adattano magicamente alle mie orecchie con i suggerimenti predefiniti e non sono caduti via per il resto delle molte ore in cui li ho usati. Ancora più importante, il loro suono è eccezionale quando si tratta di telefonate in-ear, come ho potuto confermare nelle ultime due settimane di utilizzo quotidiano.

I bassi del Melomania 1 Plus sono profondi, gli alti sono nitidi e la voce è naturale ma, soprattutto, tutto suona incredibilmente pulito, preciso e ben separato, tutto considerato che stiamo parlando di un tipo di auricolare che non potrà mai raggiungere le prestazioni delle migliori cuffie on-ear o over-ear. La scena sonora, indipendentemente dal genere, è davvero ampia e dinamica, e alcune parti e strumenti mi hanno sorpreso in modi che non mi aspettavo davvero da questa tecnologia.

Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolariCambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolariCambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
Packaging, accessori e controlli.
Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
L'anello LED blu indica uno stato diverso e il cerchio interno è il pulsante.

A questo punto penso di poter introdurre alcuni elementi di confronto. Anche se gli AirPods così popolari di Apple possono a volte comportarsi in modo un po' più selvaggio in termini di bassi puri, sento che la chiarezza delle Melomanias, insieme alle loro note alte più fini, mi intrigano di più. Mi piacciono anche i loro controlli basati su pulsanti rispetto alla tecnologia touch di Apple, e anche se mi sento come se stessi "ripristinando il mio cervello ai valori predefiniti" ogni volta che provo a saltare una canzone sul JBL troppo penetrante, il Cambridge Audio si sente scattante, morbido e reattivo , anche quando li tengo premuti per aumentare/abbassare il volume.

È anche vero che gli AirPod mantengono più facilmente il loro punto debole dei bassi grazie al loro design altrimenti fisso, mentre i Melomania possono perderlo più spesso. Tuttavia, questi ultimi sono dotati di non meno di 20 (!) punte, tra cui varianti in silicone di tre dimensioni (S/M/L) e l'alternativa in memory foam Comply, che puoi modellare sul tuo orecchio per una migliore vestibilità e isolamento personalizzati. E questo è importante perché non solo ottieni quei bassi potenti in modo più permanente, ma anche perché Cambridge Audio Melomania 1+ non esegue alcuna cancellazione attiva del rumore (ANC).

Ora, adoro l'ANC delle Sony e praticamente non posso più prendere un volo senza. Detto questo, l'isolamento in-ear è sempre più significativo dell'on-ear, e a parte casi estremi di rumore e vento, sinceramente non me ne ho sentito la mancanza con le Melomania, che allo stesso tempo beneficiano di una batteria sorprendente durata (9 ore più quattro ricariche in custodia da 9 ore) e un prezzo più ridotto. A proposito, il prezzo consigliato ufficiale è di circa 129,95 Euro, ma puoi trovarli anche a meno se hai fortuna, il che è un vero affare data la qualità e confrontandoli con molti altri prodotti della stessa gamma o anche superiori.

Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
La custodia è più facile da trasportare rispetto a JBL Reflect Flow.
Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolariCambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolariCambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
Cambrdige Audio Melomania 1 Plus VS Apple AirPods.

Il design segue le stesse tendenze minimaliste degli ultimi tempi, ma ha una certa personalità Cambridge Audio. La custodia di ricarica/trasporto ha le dimensioni del filo interdentale, più o meno come i normali AirPods, e può adattarsi ai tuoi jeans molto meglio di quanto dicono i Reflect Flow.

Dal punto di vista tecnico, mi è piaciuta anche la companion app, che vanta belle opzioni di equalizzazione, tutorial user-friendly e selettore di codec (non mi è piaciuto quanto insistentemente voglia che tu fornisca la tua posizione in caso di smarrimento degli auricolari). Il bel suono è fornito dai driver da 5,8 mm, dal chip QCC3026 di Qualcomm e dal Bluetooth 5.0 ad alta risoluzione pronto per aptX/AAC. Il microfono per le chiamate non è il migliore come previsto, ma ricorda di puntarlo verso il basso per ottenere risultati migliori, poiché non ti interesserà dato il design del cilindro.

E così, i Cambridge Audio Melomania 1+ sono diventati i miei nuovi auricolari di tutti i giorni e hanno appena guadagnato uno spazio nelle mie tasche. Mi hanno sorpreso con il loro adattamento naturale fin dall'inizio, il loro design elegante o i loro bei controlli e la companion app, ma soprattutto con il loro suono stereo chiaro e ben separato senza alcun segno di distorsione. Potrebbero non cancellare il rumore di questa tastiera meccanica con cui sto scrivendo questa recensione, ma mi hanno fatto riconsiderare la mia posizione sugli auricolari.

Cambridge Audio Melomania 1+ - La recensione di un interessante paio di auricolari
09 Gamereactor Italia
9 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi


Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.