Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
recensioni
WRC 10

WRC 10 - La recensione del nuovo gioco di rally

....che non ha fatto battere il cuore al nostro esperto di giochi di corse.

HQ

Nel 2013, lo studio francese Kylotonn ha acquisito la licenza di World Rally Championship e nel 2015 ha pubblicato il suo primo gioco basato su questo torneo di fama mondiale: WRC 5. Che era pieno di problemi. Nonostante questo, era comunque un buon gioco, ma davvero buono. C'era molto potenziale e per tutti coloro che hanno scelto di guidare usando un controller, la fisica delle gomme corrispondeva molto bene alla sensazione di velocità. Sono passati sei anni da allora e la prossima settimana è il momento in cui approderà WRC 10, che secondo lo stesso studio è uno dei maggiori miglioramenti che hanno pagato per la licenza. Ci ho passato poco più di una settimana e non posso essere molto d'accordo. Anzi, diciamo pure che non sono affatto d'accordo.

Questa serie videoludica, almeno in alcuni aspetti, ha raggiunto il suo culmine con WRC 7, sebbene i due giochi successivi siano stati migliori sotto diversi punti di vista, non sono mai riusciti a offrire un ritratto autentico dello sport in quanto tale che piacesse a me tanto quanto WRC 7. Questo ha avuto molto a che fare con Kylotonn che ha preso in considerazione il produttore GTR2 di Simbin Diego Sartori che insieme al resto del team ha realizzato un gioco di rally in cui l'equilibrio tra coppia e velocità massima, nonché l'interazione tra pneumatico e superficie, si abbinavano molto bene.

Certo. WRC 7 non era molto realistico, ma andava bene. Era fantastico, in alcune aree. A mio parere, conteneva un mix quasi perfetto tra rally arcade e sim di corse, e la grafica pulita, essenziale ma dai colori tenui e con sfumature pacate si adattava molto bene al resto del contenuto. Era anche il gioco che conteneva il miglior suono di tutti i titoli di motorsport di Kyloton.

Poi hanno cambiato il motore grafico, hanno scritto sul sistema fisico e hanno fatto molto, il che, anche in WRC 8 e 9, aveva molti vantaggi. Assolutamente. Ma il Petter che una volta era ottimista e vedeva il livello di ambizione e soprattutto il potenziale nei tentativi di Kyloton nel migliorare costantemente se stessa e il suo prodotto su licenza, oggi è solo scettico e annoiato. Per WRC 10 è un passo indietro, per quanto mi riguarda, o una deviazione, se vuoi. L'attenzione sbagliata sulle cose sbagliate e la riluttanza come sviluppatore a scegliere tra un rally arcade o un simulatore di corse hanno reso il mix offerto qui stranamente schizofrenico.

WRC 10WRC 10WRC 10

La prima cosa da dire sulla sensazione di guida del WRC 10 è che è stato ottimizzato al 100% per i controller, il che è un'enorme delusione ora che i fan si sono lamentati per una migliore implementazione del supporto del volante con un migliore force feedback da cinque anni. Kylotonn ha incluso Fanatec come "partner ufficiale del volante" per il secondo anno consecutivo, ma nonostante questo e nonostante WRC 10 riconosca direttamente il nostro Fanatec DD2, il supporto del force feedback è scarso, nella migliore delle ipotesi. E ora la mia pazienza sta finendo. Nonostante ore di regolazioni varie, non sembra mai che il volante faccia parte dell'auto, mai come il piantone dello sterzo controlla le ruote anteriori e gli urti e la resistenza che offre il volante in WRC 10, non posso dire che risulta nemmeno realistico né particolarmente divertente. È pigro, lento. Debole. Manca di tempismo, velocità, sensazione e potenza.

Insomma, passando al controller Xbox Series X che ovviamente ho sincronizzato con il nostro Omen di HP 30L è evidente che gli sviluppatori hanno messo praticamente tutta la polvere da sparo su questo metodo di controllo, e qui WRC 10 funziona meglio. Molto meglio. Ma è davvero così che dovrebbe essere? Anche se io (proprio come te) so per certo che molti potenziali giocatori guidano con un controller che con un volante e pedali dedicati. Con un controller in mano, la macchina risponde meglio ed è possibile aumentare il ritmo in modo coerente e più facile entrare presto in curva e portare più velocità in uscita. Tuttavia, i controlli mancano ancora di sensibilità in termini di come e dove si trova il centro di gravità nell'auto, il più delle volte sembra di fare uno strattone con una slitta d'acciaio e la dinamica del telaio in particolare di Dirt Rally 2.0 brilla con la sua assenza qui. Manca, inoltre, la sensazione di velocità.

WRC 10WRC 10

Un altro aspetto per il quale sento di non avere più pazienza, e non intendo addolcire la speranza che migliorerà per il prossimo anno, sono le tappe ufficiali, vere e proprie del WRC 10. Kylotonn ha avuto più di sei anni per ricreare livelli WRC più ufficiali e reali rispetto agli elementi powerstage che sono stati inclusi da WRC 6, ma qui non è successo quasi nulla e la cosa mi infastidisce. Certo, ci sono molte tappe davvero buone in WRC 10 e proprio come nel gioco dell'anno scorso amo il Portogallo e il Kenya, ma dato il tempo e il budget con cui hanno potuto muoversi negli ultimi anni, mi sarebbe piaciuto vedere molte più tappe reali, tratte dalla stagione WRC di quest'anno.

Va detto, tuttavia, che ci sono alcune "tappe epiche" così oscenamente lunghe di oltre 30 miglia che sono mortalmente impegnative e quindi morbosamente divertenti in sé, ma con una sensazione di guida mediocre, non importa molto. Il sonoro è anche peggio, purtroppo. Il suono in WRC 10 è peggiore rispetto a tutti i precedenti giochi di rally di Kyloton, cosa che faccio fatica a capire. Quel suono del motore duro, rumoroso, intensamente meccanico, metallico e ruggente proveniente soprattutto da WRC 7 in combinazione con il costante rumore di ghiaia grossolana contro il telaio delle auto, è in questo gioco sostituito da quello che sembra un'aspirapolvere. Incomprensibile.

Ciò che è veramente buono, tuttavia, è il garage delle auto e la modalità carriera insieme alla varietà di rally, paesi e tappe che sono inclusi. In termini di contenuti, Kylotonn ha fatto un ottimo lavoro e l'avvento della modalità di gioco del 50° anniversario (il WRC festeggia i 50 anni quest'anno) è qualcosa che sono più che felice di elogiare. Proprio come il brillante secondo gioco Dirt Rally di Codemaster (Colin McRae History), è possibile guidare in rally e momenti storici, che fungono da memorabilia della scuola di rally, mentre ondeggiano intorno a mostri follemente potenti del Gruppo B sulle strade forestali più insidiose .

Ci sono un sacco di auto qui in diverse classi e c'è una fantastica variazione in termini di paesi e rally quando vieni gettato tra l'asfalto in Spagna, la sabbia rossa in Africa, e su un Värmland innevato in Svezia. Ci sono lampi di grandezza in quel senso limitato, in WRC 10. Assolutamente. E vorrei davvero aver mantenuto la pazienza e aver provato un continuo ottimismo per ciò che Kylotonn stava cercando di ottenere, qui. Ma non è possibile, non più. Non posso. WRC 10 è più pieno dei precedenti giochi della serie e ci sono molti livelli superbi quando si tratta di layout generale, ma la sensazione di guida è peggiore che mai qui, più arcadica e insieme a un pessimo supporto del volante, cattivo force feedback e una grafica grigia, opaca e rigida: è difficile consigliare questo gioco.

WRC 10WRC 10
05 Gamereactor Italia
5 / 10
+
+Un sacco di auto + Un sacco di stadi + La modalità Carriera è dettagliata
-
- Fisica arcade - Supporto volante sciatto - Il force feedback manca di dettagli - Suono orribile
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
WRC 10 - La nostra anteprima

WRC 10 - La nostra anteprima

PREVIEW. Scritto da Petter Hegevall

A settembre, KT Games dirà addio alla licenza WRC dopo dieci lunghi anni come esperti di rally. Abbiamo testato il loro canto del cigno.



Caricamento del prossimo contenuto